giovedì 30 dicembre 2010

Sono pulita da12 mesi e 4 giorni!

E ne sono fiera! Perche' e' vero, sono piu' interessante del mio profilo e piu' bella della mia foto del profilo di facebook

Se cliccate sul link di sopra vedrete un bel filmatino!

mercoledì 29 dicembre 2010

la miglior coinquilina!!

questo e' un post speciale solo per sottolineare che la mia Claire e' la miglior coinquilina (amica, moglie..etc etc) ever....

:)

baci da Genova!

martedì 21 dicembre 2010

Stordita

Per qualche motivo assurdo ero convinta di partire da Heathrow, l'aeroporto piu' grande di Londra (e credo in Europa) ma con gravi problemi per via del tempo (non vi dico le polemiche!)

Ora scopro che parto da Gatwick! Da li (incrociamo le dita!) non ci dovrebbero essere problemi, l'aereo di oggi per Genova e' partito senza problemi, e venerdi' il tempo dovrebbe essere migliore....AMEN!

lunedì 20 dicembre 2010

Ce la faro' a partire?

sigh sigh sigh...la neve sta bloccando tutte le piste!!!
il 24 dovrei tornare in italia, ma ora nulla e' piu' sicuro :(

incrociate le dita per me.

k

venerdì 17 dicembre 2010

Nevicaaaaaaaaaaa

Nevica e anche tanto! e io sono al calduccio.
Tra poco inizia il Tree Talk, una specie di riunione semestrale con tutta la compagnia dove la nostra CEO ci parla di problemi e prospettive.

Questo sara' seguito dal Christmas Party, evento MUST della cultura inglese....

ci vediamo lunedi'!

mercoledì 15 dicembre 2010

Buona notte all'Italia

Leggo i giornali e mi viene in mente una bella canzone di Ligabue il cu ritornello fa

....Buona notte all'Italia che si fa o si muore, o si passa la notte a volerla comprare...

e di nuovo

...Buona notte all'Italia che si fa o si muore, o si passa la notte a volersela fareeeeeeeee...


Ascoltatela, e' molto bella!

martedì 14 dicembre 2010

Oggi ho fatto una cosa stupida

Mi sono messa a leggere le vecchie emails....di amici che non sono piu' amici, di amici che non ci sono piu' e hanno lasciato tanto vuoto e soprattutto di amori finiti e che mancano. Ma meglio avere vissuto quelle storie che non averle mai vissute....pero' un (bel) po' brucia... e ti chiedi come si fa a scrivere certe cose, sentire certi sentimenti e poi..puff perfetti estranei...forse perche' la vita non e' un film...

lunedì 13 dicembre 2010

Ci si mettono anche i Belgi

a fare i razzisti....

stamattina ho vissuto un altro episodio di razzismo....direte: ma che dici....

invece si e non e' la prima volta. Tornando da bruxelles alla stazione di Midi, mi affaccio al primo controllo della polizia, quella Belga. L'omino guarda e riguarda la mia carta d'identita' che e' in ottime condizioni se non fosse per un lembo della foto che si sta staccando (dove ci sono i pirulini dorati). La guarda ad occhio nudo, poi la mette sotto un fascio di luce, poi usa una penna laser e cosi' per 10 minuti....Poi esclama: e' falsa! io lo guardo basita, ma calma. Mi fa 100 domande, del dipo se ho il passaporto, perche' con questa non esco, e mi informa che se ci fosse stato lui al confine quando sono entrata non mi avrebbe mai fatto entrare, e su e giu'. Io, tranquilla, gli dico che faccia un po' quello che vuole, e che al massimo ho la patente da mostrargli. Lui continua dicendomi che non e' a norma. Allora io ho sorriso e gli ho detto, o mi fa passare o chiama l'ambasciata ma che prenda una decisione in fretta. E cosi' sono passata.... Al controllo Inglese, niente....

Io mi chiedo, e' la carta d'identita'oppure il nome sulla carta a destare sospetti e a ispirare illazioni su carte false etc....?

boh....

venerdì 10 dicembre 2010

Bruxelles....arrivo

Stasera parto per Bruxelles. Riabbraccio le mie donne e sopratutto la nuova donnina: la mia mini nipotina Marta.

Non vedo l'ora e sono emozionatissima e felicissima. E' come tornare a casa


Ci vediamo lunedi'!

sabato 4 dicembre 2010

Un altro sabato a Londra

Eccomi! che settimana: Lunedì trasloco, e presto metto le foto per farvi federe che cosa ho affrontato con Claire. Il bello che sono arrivata ad Aprile con solo una valigia....no comment. Poi lavoro lavoro e lavoro, interrotto da una giornata dedicata al team building: in parole povere 4 ore di discorso sulle prospettive dell'azienda, ma per fortuna seguite da bowling e pizza!


Giovedì mi sono ammalata, come avrete letto dal telegiornale a Londra nevica. E come mi ha detto Bari, tutto questo accade perché io ho comprato la moto!! cosi' venerdì a letto. Oggi ho scoperto che un vicino ha la wireless non protetta e grazie a lui riesco a postare questo post...

Domani spero di uscire di casa per andare in centro e comprare un regalino alla mia nuova nipotina Marta che andrò a trovare in una settimana a Bruxelles :)

Come vedete niente di che, un week end tranquillo a Londra....anche qui accade

sabato 27 novembre 2010

Sabato anomalo

Che giornata strana, strana perche' per la prima volta in vita mia (credo) mi sono dimenticata di mangiare :) strano ma vero.

La giornata e' iniziata con la visita al garage dove era custodita (per modo di dire) Scarlett. Le hanno cambiato il regolatore della batteria, e spero cosi' di aver finito le spese ... perché sinceramente sta diventando una passione assai cara.

Sulla strada del ritorno ho preso di nuovo una via sbagliata, cioè una strada che e' solo per bici e autobus. Spero che non capiti più dato che e' la seconda volta da quando prendo la moto che capita (e l'ho presa in totale 4 o 5 volte soltanto!) e sto imparando le strade a caro prezzo: se mia arriva la multa (e mi deve arrivare dato che ci sono telecamere ovunque) saranno ben 60 sterline a botta!! Ma come cavolo faccio a saperlo se il divieto di accesso ti appare quando ormai stai già entrando nell'area proibita!?!?!

Nel pomeriggio ho fatto un salto nella casetta nuova. Ho portato solo alcune cose dato che lunedì' io e Claire abbiamo affittato un camioncino (con autista) per fare il trasloco, ma sono andata per pulire la cucina che era un incubo. Risultato: 4 ore per pulire frigo e forno... sono malata lo so...

Ma mi piaccioni i sabati cosi': senza stress, senza appuntamenti, senza dover correre di qua e di la....

Ora mi impacchetto un po' di cose, poi doccia e nanna....

Come non detto, sento rumori allo stomaco. Magari e' il caso di mangiare qualcosa.

30 anni parte II

Ecco altre foto! ne mancano alcune...arriveranno










martedì 23 novembre 2010

Trasloco

Oggi 23 Novembre 2010 trasloco di nuovo. La quarta volta in 8 mesi. Non Male....

Appena arrivata a Londra, sono stata ospite di Pierre e Valentina, poi di Natalie, poi nella mia casetta con altri 2 coinquilini, e da oggi solo con Claire!

Questa volta spero di fermarmici per un po'. La casa e' un po' spoglia, ma con calma la renderemo accogliente e come dicono gli inglesi cousy :)

Stamattina sono anche stata in palestra prima di venire in ufficio. La corsa, e' il Prozac migliore che ci sia! E poi ora ho Scarlett. Tutto va abbastanza bene

xx

domenica 21 novembre 2010

Cari amici vi presento Scarlett

Una Honda XR 125: la mia nuova migliore amica. Ieri l'ho guidata per la prima volta e anche oggi ci ho fatto un giretto: e' bella, agile e Rossa!

Domani la porto in ufficio, sperando che non piova!

30 anni (parte I)





grazie ancora a tutti fantastici amici che sono venuti da tutti gli angoli d'Europa

lunedì 8 novembre 2010

Lettera a Babbo Natale

Lo so, mancano poco piu' di due mesi a Natale. Ma oggi, dopo 6 mesi di non-attivita' fisica, sono andata in palestra. Cosa ci e' voluto? Niente, solo uscire dall'ufficio ad un'orario piu' o meno decente e sconfiggere la stanchezza per farmi 30 minuti (sigh, scesa da ben 60!) di corsa. A volte uno pensa che quando si diventa adulti, uno riesce a comportarsi da tale, si prendono le decisioni giuste, si diventa più saggi, si determinano le priorità'.... io non so fare nulla di tutto questo.

Percio' se domani fosse il 25 di Dicembre chiederei a Nabbo Natale:

1) di farmi diventare un po' piu' saggia
2) di spingermi ad avere meno fiducia nell'essere umano
3) di diventare meno scema ed ingenua
4) di insegnarmi a volermi piu' bene
5) di insegnarmi a farmi scivolare le cose di dosso
6) di insegnarmi ad volere quello che ho e non solo avere quello che voglio...
7) la serenità.

Ma dato che Babbo Natale non esiste, devo lavorarci su io...come non lo so!

lunedì 1 novembre 2010

No Shortage Of Work (NSOW)-post modificato

Se avete tempo, votate il mio amico Brook (davvero ci vuole solo un secondo!):




e per saperne di piu' visitate: http://www.noshortageofwork.com/

giovedì 28 ottobre 2010

l'urlo di munch

Immaginate l'urlo di Munch.... ora immaginate me al posto dell'omino colorato....ecco vorrei urlare e urlare....e poi urlare ancora...


Sono ancora in ufficio, e lo so che non ne vale la pena. Non solo non mi pagano abbastanza per questa mole di lavoro, ma anche se fosse non ne varrebbe comunque la pena: fuori c'e' una citta' da scoprire, da vivere, da amare....e io sono qui....in ufficio....bah

mercoledì 27 ottobre 2010

Ka

Io mi firmo un po' in tutti i modi: Kamilah, Kami, KK e spesso solo Ka.

Oggi un amico, Franco , mi ha mandato questo paragrafo dopo che mi sono firmata Ka:


«Chi è Ka?» si domanda l’immenso uccello Garuda, sprofondato tra le fronde dell’albero Rauhina, quando incontra questo nome alla fine di un inno dei Veda. Ka è il nome segreto di Prajapati, il Progenitore, colui che ha dato origine ai trentatré dèi e agli innumerevoli uomini. Presto gli dèi e gli uomini lo avrebbero trascurato, sino quasi a dimenticarlo. Ka significa «Chi?», ed è l’ultima domanda, che si pone quando tutte le altre sono state poste. Ma prima dovranno scorrere molti eoni, sorgere e dissolversi molti mondi, in una sequenza di vortici il cui occhio è Ka stesso. Così appaiono i Deva, gli dèi che si battono contro altri dèi, gli Asura, per conquistare il succo inebriante del soma; i Sette Veggenti, che osservano il corso del mondo dagli astri dell’Orsa Maggiore – e talvolta intervengono; Siva, Brahma, Visnu, con le loro vicende intrecciate, variate, riverberate di èra in èra; manifestazioni della Dea, come Sati e Parvati, congiunte a Siva in amori interminabili; il giovane Krsna e il suo corteo erotico di mandriane, le gopi; Krsna maturo, che sovranamente regge le sorti della funesta guerra fra cugini tramandata dal Mahabharata; e infine, già in mezzo al kaliyuga, l’«età del colpo perdente» in cui viviamo, si fa avanti un principe che abbandona la casa del padre e scopre una via della liberazione mai prima calcata: il Buddha. Nella mente si compie ciò che nella mente aveva avuto inizio – e che forse innanzitutto nella mente era avvenuto, per chi sa che «il mondo è come l’impressione che lascia il racconto di una storia», secondo le parole di un antico testo indiano. Per rispondere all’ultima domanda occorre attraversare tutte le storie. E per attraversare tutte le storie occorre porsi, come accadde a Garuda, la domanda su chi silenziosamente le ospita: Ka. 

Calasso non lo conoscevo e non so nemmeno se lo leggero' (devo finire Un uomo, e dopo ho una fila di 12 libri che aspettano di essere letti, quando ... non so) ma rimango sempre meravigliata e felicemente sorpresa dall'essere circondata da persone colte che con semplici gesti espandono la mia conoscenza.

Grazie Franco

lunedì 18 ottobre 2010

Addio Furia

Ieri e' mancata Furia, il piccolo criceto (femmina) che avevo a casa a Genova. In realta' era Furia terza ( o quarta...). Tutti i criceti che abbiamo sempre avuto li chiamavano Furia.

Ho scoperto solo da grande che il primo criceto (Furia I) e' mancato di morte naturale. Io avevo 5 o 6 anni, e la mamma mi ha detto che Furia si era buttata giu' dal balcone. All'epoca non avevo pensato a come cavolo poteva essere uscita dalla gabbietta, ed essersi buttata giu' (un criceto siucida poi!!). Ma la mamma non voleva parlarmi di morte etc. Cosi', pur rischiando una bella multa, mamma lo seppelli' nel prato che costeggiava la strada per l'aereoporto di Genova, questo per evitare che venisse disseppellito oppure (orrore) mangiato dai cani nei giardinetti pubblici. I carabinieri che la fermarono, la presero per pazza (sto seppellendo Furia il criceto delle mie figlie, in un posto tranquillo per farla riposare in pace), ma lei porto' a termine la sua missione.

Anche questa volta, la mamma lo ha seppelito cerimoniosamente, e cito "sotto un bell'albero in un aiuola vicino a casa nostra."

Anche se non ti ho mai dato da mangiare (la mamma non ti ha mai fatto mancare niente, dandoti solo le noccioline che ti piacevano e lei lo capiva dal fatto che tu scartavi quelle che non ti garbavano, cosi’ le divideva a mano prima di dartele....per non parlare delle foglie d’insalata che cambiava ogni 2 giorni perche’ tu o fresca o niente!), e non ti ho mai pulito la gabbia (beh cavolo, sei carina ma sei pur sempre un topo, ma tanto c’era la mamma che ti metteva nel cassetto che tu graffiavi, mentre ti lavava con acqua e sapone la tua casetta), mi manchera’ vederti girare su quella ruota, e guizzare nel tunnel di plastica. Anche la nonna aveva notato che eri cambiata, perche’ non facevi piu’ nulla di tutto quello....ed e’ arrivata la tua ora.

Addio cara Furia, e grazie per aver fatto compagnia alla mia mamma. Riposa in pace!

giovedì 14 ottobre 2010

Pollon

...Pollon combina guai. Chi come me e' cresciuto negli anni 80 in Italia ha visto il cartone animato Pollon, la figlia degli Dei che combinava guai. Ma non lo faceva apposta. Lei era sempre in buona fede, era solo se stessa.

Beh io copro spesso il ruolo di Pollon. Combino guai, ma in buona fede. Stasera ne e' (quasi)  un esempio (del guaio dico...): ho fatto (credo) arrabbiare un amico perche' mi sono intromessa nei cazzi suoi. Potevo starmene nel mio? No. E stavolta neanche per una buona causa...forse...

martedì 28 settembre 2010

Ci sono tante Sakinah....purtroppo

Girano voci che la piccola Tal.....sia morta. Tal e' una blogger siriana di appena 19 anni, incarcerata  e torturata dal regime Siriano.

La notizia non e' sicura, ma viva o morta, Tal e' rinchiusa da un anno solo per aver espresso la sua opinione e scritto poesie sulla Palestina (suo paese d'origine).

Il bello che sto traducendo un articolo sulle relazioni EU-Siria... che in fine dei conti si basano sul commercio, sui costi-benefici....ma come si fa?!

venerdì 24 settembre 2010

Metodo Montessori

si sa', ci sono scuole e scuole, maestri e maestri....ricordo con affetto la Bussi (della Materna), la Franchina (Materna), la maestra dell'asilo (mamma aiuto come si chiamava?), la Franca e la Anna (elementari)....bei tempi. Ma ricordo anche Miss Intisar, Miss Mimi e altre maestre Giordane con meno affetto. Anche loro come si legge nell'articolo del Corriere, usavano il bastone come metodo educativo.

Mia madre era stata chiara con le scuole che frequentavamo: "mai e poi mai toccare le mie bimbe, se ci sono dei problemi usate una nota sul diario (si' mamma sarebbe stato possibile, avercelo avuto un Diario pero'-mica siamo in Italia)!"

Io ed Halimeh non siamo mai state toccate (beh io una volta sola dato che la maestra voleva punire chi non aveva fatto i compiti - me inclusa- e non voleva trattarmi meglio delle altre, ma mi sfioro' appena...e poi mia madre...non vi dico). Ma ricordo ancora le lacrime delle mie compagne che tendevano le mani per essere bastonate, e cosi' umiliate...e se c'era di mezzo la scheggia dannata ci lasciavano anche qualche goccia di sangue o infezione...Poi se andavano a casa a lamentarsi...le prendevano anche dai genitori che a loro volta avevano subito lo stesso trattamento da bambini (il mio babbo mi raccontava che da bambino li bastonavano sui piedi nudi o peggio sulle punte delle dita!)

Altro che metodo Montessori

martedì 21 settembre 2010

Addio Sandra

Leggo adesso su Repubblica la notizia della morte di Sandra, o meglio di Sbirulino.

Sandra e Vianello mi sono sempre piaciuti, un po' perche' non erano i soliti divi della tv, ma anche per la loro storia d'amore. Mi e' sempre sembrata (poi chissa' come era veramente) una vera storia: vera nel senso di normale, allegra e piena di battibecchi. A pochi mesi dalla scomparsa di Vianello, anche per via della malattia, si e' lasciata andare e non e' riuscita a rimanere senza di lui seguendolo forse per continuare le loro discussioni lassu' da qualche parte.

Io mi sono sempre sentita un po' una Sandra rompiscatole. Chissa' se da qualche parte c'e' un Vianello tutto mio, che sapra' come prendermi e sopportarmi per tanti anni a venire.

venerdì 17 settembre 2010

La mia scelta 'verde'

Ho letto con piacere questo articolo.

Con tutte le mie amiche che si danno da fare a procreare, io sono gia' una zia felice.

mercoledì 15 settembre 2010

arriva....

Oggi arriva il mio amico Diego da Genova (Arenzano per l'esattezza). Si ferma 1 settimana da me ma rimane a Londra per un mese.

Anche lui alla conquista di Londra, alla ricerca di qualcosa. Chissa' se la trovera' qui, chissa' se rimarra', se tornera', chissa' chissa' chissa'.... in bocca al lupo Diego!

giovedì 9 settembre 2010

Secret Cinema-Lawrence d'Arabia-foto

Ecco un argomento un po' piu' soft!

Le foto del secret cinema (credo di averlo menzionato in un post precedente?)

Era fantastico, poi vi racconto!

Proudly Arab/Italian, Truly a citizen of the world!

Si, dal titolo si capisce: sono fiera di me. Perche' mi rendo conto che nonostante il mio 'upbringing' un bel po' di parte, sono riuscita ad abbattere molti stereotipi, e a sentirmi a mio agio con qualsiasi persona, anche nelle situazioni piu' ambigue. Come ieri per esempio.

Come ho menzionato nell'entrata di ieri sono stata invitata a cena da un amico di Tel-Aviv (Alon) per festeggiare il Rash Shoshana (capodanno ebraico). La cena e' stata organizzata in uno dei vari centri culturali ebraici di londra, mirati all'aiuto dei giovani studenti ebrei in trasferta nella citta'.

Arrivo e vengo accolta da Alon, una faccia amica. Poi veniamo indirizzati dagli uomini della sicurezza (ogni centro Ebraico/Israeliano e' 'protetto' da forze dell'ordine) alla sala dell'evento.

La sala era gremita di giovani da tutto il mondo, e se non fosse stato per le varie kippah colorate che adornavano le teste degli uomini, poteva essere un raduno qualunque, una semplice cena tra amici.

All'inizio ero un po' a disagio: io Palestinese/Arabo-Italiana/Catto-Musulmana...come vengo percepita da loro? Il disagio, forse ingiustificato (puo' un disagio essere ingiustificato, o meno?), emana dalla loro possibile reazione nei miei confronti e non da qualsiasi mia percezione (o opinione) verso di loro....

Diciamo che anche Alon e' rimasto un po' sorpreso dal risvolto degli eventi: verso le 20.30 inizia il sermone. Esatto: preghiera in Ebraico. Uomini a destra, donne a sinistra, Alon che cerca disperato una Kippah (obbligatoria in tutte le sedute religiose), io che non sapevo che fare, dove sedermi, 'SE' sedermi...ero impacciata.

Poi ho pensato che quella era un'occasione unica per vedere 'gli altri' da vicino, per capirli un po' meglio, per avere meno paura del loro essere diversi. E cosi' fu, durante il sermone mi guardavo in giro (nonstante la Torah fosse tradotta anche in in Inglese, la scrittura criptica la rendeva difficile da leggere) e osservavo un po' tutti: alcuni ragazzi sommersi nella preghiera, altri impazienti di sedersi a tavola per mangiare e parlare con gli amici.... Proprio come quando io ero bambina e ci toccava fare la preghiera di fine Ramadan che non finiva mai: c'era chi pregava, chi sbuffava....

Dopo 20 minuti tutti a tavola, e io non avevo ancora pensato a cosa rispondere quando mi avrebbero chiesto di dove sono, rimurginavo: "che faccio? dico sono arabo/italiana e per lo piu' palestinese? o taglio corto e dico Italiana?"

Morale della favola: tutti pensavano che fossi Israeliana. Sara' stata l'abbronzatura, la mano di Fatima appesa al collo, o il fatto che io ed Alon parlavamo in Ebraico. Ma chiaccherando con i ragazzi di fronte a me, 3 giovani francesini, ad un certo punto ho spiegato chi ero/da dove venivo ed e' andata bene! Forse sara' perche' lo hanno saputo dopo avermi parlato per 2 ore, dopo aver mangiato assieme, brindato, bevuto e scherzato. Dopo tutto questo, dopo che conosci una persona ed essa ti appare simpatica e gentile; la religione, l'etnia o la storia non contano piu'. Quello che importa e' chi hai davanti: la sua natura ed i suoi valori, senza pregiudizi che sviliscono l'unicita' e la dignita' delle persone.

Ho imparato molto ieri, su di me ma anche sulla religione e cultura Ebraica (anche loro hanno una specie' di Wudu, per purificarsi prima di pregare o mangiare, anche loro si inchinano e genoflettono davanti a Dio...)

Cerchiamo sempre le differenze, ma in realta' ci sono molte piu' cose che ci uniscono!

mercoledì 8 settembre 2010

Domani (forse) Eid, oggi Rosh Hashana

Domani o venerdi' (dipende dalla luna) sara' Eid Al Fitr, la festa che sigilla la fine del Ramadan. Io me ne andro' in Irlanda da amici per celebrare con loro (lui Palestinese lei Irlandese) ed i loro due cuccioli di 1 e 6 anni.

Oggi, invece, e' Rosh Hashana, il capodanno Ebreo. E per la prima volta lo celebro con un nuovo amico che ho conosiuto giorni fa (di Tel-Aviv). All'inizio mi ha chiesto se volevo cenare con lui in stile 'ebraico' (n.b. sa che sono Palestinese). Dopo che gli ho detto di si ricevo una mail dal Rabbino del Jewish student centre ringraziandomi per essermi iscritta all'evento (!)

Sono un po' basita perche' non credevo di andare a finire in un centro Ebraico, ma se non e' un problema per loro, per me non lo e' di sicuro. Anzi, sono curiosissima di fare questa esperienza.

Shana Tova a tutti!
Kamilah

lunedì 6 settembre 2010

venerdì 3 settembre 2010

balla e non si ferma!

Il mio occhio sinistro balle, balla e poi balla ancora! Non mi da tregua da 3 giorni Boh ...sara' la stanchezza (dice mamma) o lo stress (dicono le amiche)...so solo che non ne posso piu'.

Meno male che e' venerdi'. Anche se abbiamo avuto una settimana breve (lunedi' scorso era festa) sono stanca e voglio riposarmi.

Domenica la mia carissima amica (e una delle mie Donne!) Claire-Amandine, si trasferisce da me e diventa la mia coinquilina. Mi sa che ne leggerete delle belle in un non lontano futuro.

Un abbraccio a Bari che oggi compie 30 anni...ora davvero manco solo io.....

lunedì 30 agosto 2010

cosi' per caso...

domani si ricomincia......e speriamo che sia meglio della settimana passata.

Non mi sto a dilungare nei dettagli della scorsa settimana che voglio solo dimenticare....vi dico solo come e' andata a finire. 53 ore di lavoro tra lunedi' e mercoledi', 8 ore giovedi' e febbre a 38 e vomito (pardon) da venerdi' a domenica mattina.

venerdi' (non so come ho fatto dato il mio status da straccio...) ho accolto un couchsurfer (per voi ignoranti vi consiglio di visitare http://www.couchsurfing.com/), Fabio un giovanotto Bresciano di 23 anni, specializzzando in ricerca biomolecolare a Vincenza. Londra, era l'ultima destinazione del suo viaggio in bici dall'Italia (si avete letto bene, 30 giorni di pedalate). Roba da matti! Cmq un ragazzo d'oro che ha passato da me 2 notti, prima di proseguire il suo viaggio per gli squats di londra (e qui l'ignorante ero anche io: http://it.wikipedia.org/wiki/Invasione_di_terreni_o_edifici ) prima di tornare a Brescia, per poi ritornare a Londra a settembre per l'Erasmus. Forse sentirete parlare ancora di questo giovanotto anche perche' mi ha lasciato dei racconti da leggere scritti da lui che recensiro' su questo blog.

Ho passato 2 giorni davvero piacevoli con Fabio (eccetto per la mia febbre e vomito...sigh), e mentre lui era in procinto di partire per proseguire il suo viaggio alla scoperta di Londra, un evento assurdo e' accaduto:

Brad, un amico del mio coinquilino che e' in giro per l'Europa a seguito degli U2, e' passato con un altro amico (Paul) da casa mia per prendersi una valigia. Mi hanno chiesto se volevo andare con loro al Carnevale di Notting Hill. Vista la mia salute precace e lo stomaco debole ho pensato che non era il caso: ma per un motivo che ancora non conosco ho detto: ok andiamo!

La decisione mi e' subito apparsa molto poco saggia perche' 30 minuti dopo essere uscita avevo la sensazione che sarei svenuta, in quel fiume di 10.000 persone, musica, odori di cibo fritto, birra.... solo che invece di svenire sono rinvenuta: dal nulla e' apparso ANAN! ANAN dico io. Il mio carissimo amico dei tempi dell'universita', un amico che abita ad Amman e che ho visto l'ultima volta nel 2006. Mi ha detto che era a Londra di passaggio per andare a Warwick. Non sapeva che io ero qui (effettivamente non essendo su FB e non mandando email di aggiornamenti il povero ragazzo non poteva saperlo....)

Cmq era destino, c'erano piu' di 10.000 persone, vari perscorsi, varie viuzze da seguire, e noi ci siamo trovati uno davanti all'altra. Cosi' per caso...

sabato 7 agosto 2010

venerdì 30 luglio 2010

saluti da Spalato

...vi racconto le mie avventure quando torno a casa, vi dico solo che sono nera (di colore ovviamente) e un pittinin (e' genovese per pochino) scottata....si anche io araba mi scotto!

oggi mamma e sorella sono tornate a casa e mi hanno lasciata sola soletta a Spalato per 3 giorni (poveri spalatesi, o spalatiani? Maurooooo!! tu che sei Istriano come di dice?)

cmq vi consiglio un libro che ho appena finito di leggere: Un giorno (one day in lingua originale) by David Nicholls: TROPPO BELLO!!! qnd torno a Londra vi faccio la recensione.

Ora mi sto leggendo un Thriller di Eric Amber 'Cause for alarm' ambientato durante la seconda guerra mondiale tra londra e milano.... intrigante,

vi saluto e vado a fare una meritata penichella

SMACK!

giovedì 22 luglio 2010

Buona azione

Amici!

date un'occhiata a questo link:

http://www.justgiving.com/Claire-Threepeaks

La mia carissima amica Claire, partecipa ad un fund raising event (scalando 3 montagne in un giorno). Come si dice qui: every little helps! percio' se potete contribuire anche con poco, non ci pensate due volte!

smack smack e forza Claire!!

Domani si parteeeee!

Domani sera parto per le vacanze. Vado in Croazia. Non vedo l'ora, anche se tra oggi e domani ho una montagna di lavoro da finire....

quando torno vi aggiorno su me e mandero' quelle mail che mi prometto da settimane di scrivere.

Nel frattempo mando un abbraccio forte ad una mia cara amica, una delle mie chicche, che ieri mi ha dato una bella, e scioccante, notizia. Il fatto che l'abbia voluta condividere con me mi rende orgogliosa (blushing!)

vi abbraccio e ci vediamo ad Agosto!

domenica 18 luglio 2010

eccomiiiii!

Cari lettori (se esistete ;)

eccomi qui dopo settimane di assenza. Sono stata impegnatissima con il lavoro, e poi due amici mi sono venuti a trovare cosi' avevo meglio da fare che aggiornare il blog :)

cmq prometto di scrivere presto e anche di rispondere ai miei cari amici che mi hanno scritto(tutti contemporaneamente!) come Taratufolo, Raf Raf, Vito e Federico. Abbiate Fede!

smack smack
Kamilah

sabato 3 luglio 2010

Ultimo sabato che lavoro

questa e' una promessa che mi faccio. fuori ci sono 27 gradi e io sono per l'ennesima volta a casa a lavorare. non ne posso più'.

Comunque sono in sala con computer alla mano e tv accesa sulla partita (Germania- Argentina). Con tutti gli amici Tedeschi che ho non posso non tifare Deutschland!

buon week end a tutti!

mercoledì 30 giugno 2010

Wimbledon

Ebbene si!

anche io ce l'ho fatta, ma stavolta senza fatica, lotterie o code varie. La mia capa aveva 2 biglietti per Court 1 (yes!!). Cosi' io e Giulia abbiamo passato una splendida giornata, con 27 gradi di sole, tanto Pimms, e tanto Tennis.

Emma, Natalie e Angela si sono fatte 4 ore di coda....poracce... eccovi alcune foto!


Match di Soderling



Sharapova!

martedì 22 giugno 2010

Londra-Bruxelles-Leuven-Londra



eccomi, mi sto preparando per andare a nanna dopo una giornata faticosa (lo so ho il disco rotto...ma che fare?)

Lo scorso WE pero' sono stata a Bruxelles dove ho riabbracciato almeno 2 delle mie donne. La Franci purtroppo non l'ho vista essendo incasinata con il trasloco. Poi sono stata poco a Bruxelles e ho passato una giornata e mezzo a Leuven dove una mia amica Siriana-Canadese e' convolata a nozze con un ragazzo Fiammingo. La festa e' stata molto bella, e ho rivisto vecchie conoscenze e fatto nuove amicizie, con persone 'assai' interessanti (tanti ragazzi occidentali che parlano l'arabo!)

Qui sono con due miei nuovi 'amici', i genitori della sposa!




La domenica dopo essere tornata a Bruxelles volevo vedermi l'Italia al pub con degli amici ma l'unico appuntamento che ho rispettato e' quello con il mio materasso: ero distrutta cosi' ho dato buca a tutti e ho dormito. Ho visto la partita da posizione orizzontale, ma mi sono persa poco (Ori e' convinta che ne ho visto solo meta').

Lunedì sveglia all'alba e ritorno a Londra dove mi aspettava la mia riunione settimanale....poi lavoro, lavoro e lavoro....e dato che ho poco da fare avevo anche una traduzione sulla mia lista delle priorità

Stasera ho cenato nel giardino di Natalie, che in realta' sono i giardinetti pubblici, ma dato che sono cosi' vicini a casa sua li abbiamo ribattezzati come il suo giardino personale, cosi' armate di pentole e piatti ci siamo spaparanzate sull'erba per gustare un'ottima cena preparata da Emmina (un'altra delle mie innumerevoli donne!)

ora nanna che domani ho una conference call alle 8....sigh

giovedì 17 giugno 2010

Questa foto mi ha commosso

Questa Foto mi ha commosso


guardate il suo viso....le lacrime. Lacrime di gioia, e di orgoglio...ma allo stesso tempo lacrime di frustrazione. Lui e la sua gente sono isolati da tutto e da tutti per via di un solo governo (o meglio un solo uomo, od una sola cricca).... Ma almeno per un pugno di giorni, questo giovane puo' sentirsi accolto dal resto del mondo. Anche se ... tutti ci dimenticheremo di lui e della sua gente dopo i mondiali....

K

domenica 6 giugno 2010

tanti auguri Vito!

Oggi il mio caro amico Vito compie 30 anni!

tanti tanti auguri di cuore, e l'11/11 ti aspetto a Londra per i miei 30 (prenota da adesso caro!)

sabato 5 giugno 2010

Sabato di sole a Londra, e i piatti dell'irlandese

E anche questo sabato a lavorare, ma non durerà ancora per molto. Ma ho da consegnare il progetto di Arco Latino e appena mi tolgo questo riuscirò anche io a godermi questa fantastica città.

Percio' ho molto poco da raccontarvi della mia giornata eccetto una piccola pillola di quotidianità: ho fatto la pasta con le melanzane (da quando sono arrivata non avevo ancora mangiato la pasta (!!) e dopo averla offerta a Cathal, il mio coinquilino Irlandese pazzo degli U2, lui ha lavato i piatti (mi ha detto che e' una regola chi cucina non lava i piatti...). Avendo vissuto con stranieri per più' di 10 anni ormai sapevo che non laviamo tutti i piatti alla stessa maniera (tra tante cose che facciamo in modo diverso), ma forse avevo deciso di dimenticarmelo. In pratica si riempe il lavandino di acqua e sapone, si insaponano i piatti usando quell'acqua e si sciacquano usando quella stessa acqua (!) ... sigh ...

...ho detto tutto.

Mando un abbraccio alla mia nonna che non sta ancora benone, ti voglio bene!!

martedì 1 giugno 2010

una nomade stanca

eh si sono stanca morta... oggi sono stata 11 ore in ufficio ma me ne sarebbero servite almeno 20.

Almeno ho visto Baristo, e in questo suo viaggio lampo a Londra, nonostante i sui mille giri e i miei impegni "inderogabili" sono riuscita a portarlo dal mio ristorante vietnamita preferito, che pero' non lo ha entusiasmato molto (ma se ricordo bene era cosi' anche per il giapponese, mentre ora ho creato un mostro insaziabile...).

Avrei da lavorare ancora un bel po', ma sono distrutta. Mi sa che dormo e domani e' un altro giorno.

lunedì 31 maggio 2010

Habemus Domum!

oggi scrivo dalla mia nuova casetta. Dopo tre viaggi da nomade (in metro/bus camallando contemporaneamente zaino, valigia e borsa..ecc) sono arrivata a casa.

Abito con 2 Irlandesi, una ragazza ed un ragazzo. La casa e' molto accogliente, con 3 stanze una cucina enorme con tutto (persino la lavastoviglie) e un salottino.

Per coloro che hanno saputo della mia nonna, lei sta bene. Ha passato il bypass, e' un po' a pezzi ma c'e'....e questo e' quello che conta. Ora cerco un biglietto per un we cosi' la posso abbracciare

a presto

p.s per i non genovesi, Camallare significa trasportare, vedi wikipedia

lunedì 24 maggio 2010

ferie

eccomi, la scorsa settimana e' stata un delirio e spero che questa sara' un po' piu' calma, ne dubito anche perche' voglio avere il we libero per vedere Bari che viene da Genova

Comunque vi annucnio le mie ferie, quando non saro' a londra:

3-11 luglio, forse vado in Sicilia con Ori
14-22 Agosto. il 14 e il 15 sono a Pisa per io 30 anni di emma e poi a Zena

se trovo qualche offerta per Genova in giugno luglio la prendo al volo!

ahhh sono via il 18-20 giugno per un matrimonio a Luven

martedì 18 maggio 2010

Serata a Kentish town

ragazzi che bella serata! dopo 10 ore di lavoro, visita ad una stanza, seguita da rapidissima doccia sono riuscita a raggiungere due colleghi (unanorvegese ed un polacco) a Kentish Town. Un'amica di Benedicta suonava in una banda al "The Flowerpot". La banda si chiama Harrys' Gym e la cantante (ma tutti devo dire) erano davvero davvero bravi!

Ma per me la vera rivelazione era una gruppo Indiano (oh yes...) che a vederli non gli avresti mollato neanche un euro. E anche se l'abito non fa il monaco, il loro look era tutto meno che da pop stars. sembravano ragazzi che si sono improvvisati una band. Invece...una bellissima sorpresa!

I The Supersonics, in tour da Calcutta, che suonavano rock (in inglese) e di ottima qualita'. Check them out!

Ci voglio ritornare al flowerpot, e Bari, se quando sei a Londra hai tempo facciamo un bel music pub crawl!

mo lavoro!

lunedì 17 maggio 2010

Room cercasi, puntata 2

...forse ho trovato casa. Oggi ho visto il ragazzo che va via per 4 mesi.

la casa e' a 20 minuti a piedi dall'ufficio, in una zona molto viva. La casa e' carina, ho (o meglio avrei) una stanza tutta mia di media misura, ci sono altre 2 stanze (dove abitano un irlandese ed una irlandese) un salotto e due bagni (uno con doccia e uno con WC)

il tipo mi ha detto che ora ne parla con i due ragazzi e se loro sono d'accordo li vado a conoscere in settimana, speremmu ben!

da leggere

http://http://nuovitaliani.corriere.it/2010/05/la_vittoria_di_widad.htm


ora cerco il libro su amazon....

domenica 16 maggio 2010

Room cercasi, puntata 1

Oggi ho visitato la mia prima potenziale nuova casa. Sono stata accolta da due ragazze simpatiche: una inglese nata in Kenya, una tedesca, bionda, con papa' Iracheno.

la casa era abbastanza accogliente, con bagno in camera: unico problemino, niente salotto il quale e' stato convertito in terza stanza da letto. Ho detto che gli avrei fatto sapere dopo aver visto ma seconda stanza ma mi sa tanto che e' bocciata. Per quel poco che ci sarò io vorrei non dover stare in camera nel WE. poter invitare amici per una pasta senza dover coordinarmi con le ragazze che devono cenare.

Domani ho un'altra visita e in settimana dovrei averne un'altra, dai incrociamo le dita...

venerdì 14 maggio 2010

ieri sera ho barato

Sto leggendo un bellissimo, e lunghissimo, libro: la mano di Fatima, di Ildefonso Falcones. Ve lo consiglio. Anche il suo libro precedente: la Cattedrale del Mare era bellissimo.

Comunque, sono cosi' impaziente, che ieri sera ho letto le ultime righe dell'ultima pagina....nooooo!!! che tonna ne?

me ne rimangono 100 di pagine....uff uff

giovedì 13 maggio 2010

oggi dal corriere

e' proprio vero....

http://www.corriere.it/salute/10_maggio_13/contro-stress-telefona-mamma_c5552d4a-5e60-11df-91f2-00144f02aabe.shtml

martedì 11 maggio 2010

casa cercasi...

da pochi giorni e' iniziata la saga: "looking for flat share".

Cerco una stanza per i mesi di Giugno, Luglio ed Agosto. A Settembre spero di andare a vivere con Emmina, ma nel vfrattempo cerco un piccolo posticino ...

Forse la mia collega Giulia ha un posto...lo scopro oggi: vi tengo aggiornati

Nel frattempo, un esempio di integrita' politica: Brown si e' dimesso per dare un'opportunita' al suo partito di negoziare con il Lib Dems e rimanere al Governo... che paese civile...

giovedì 6 maggio 2010

elezioni?

in caso straordinario scrivo sall'ufficio perche' non potevo non esprimere cosa sta succedendo in Inghilterra.

stamattina mentre venivo in ufficio mi sono resa conto che oggi e': ELECTION DAY! vi rendete conto? si decide il governo per i prossimi 5 anni. Ma la cosa strana e' che a differenza dell'Italia in giro non c'era l'ombra di un poster elettorale o santino con la faccia del candidato: nada de nada. Ho solo intravisto un volantinetto attaccato ad una porta che leggeva: Lib Dems are winning here!

che strano effetto. La citta' pulita, calma e silenziona (alle 6.30 del mattino) come se fosse un giorno qualunque, anche se non lo e'...

presto vi aggiorno sul mio WE a Bruxelles

lunedì 3 maggio 2010

Festa a sorpresa!

(ho scritto questo messaggio 10 giorni fa...ma l'ho completato solo oggi, l'11 Maggio....)

Che bel week-end che ho passato. Venerdì dopo una lunga giornata lavorativa corro a Kings Cross, prendo il fantastico Eurostar che mi porta a Bruxelles, per fare una sorpresa ad Oriana che il 2 compiva 30 anni. Prima di uscire vado in giro ad elemosinare due spiccioli di euro perché ahimè non avevo spiccioli di Euro, e le macchine in stazione non funzionano con le carte (ebbene si, Mastercard non apre tutte le porte….).

Oriana non sapeva nulla, ho organizzato tutto con Franci e Nadia, anche se il mio viaggio stava per saltare per via di un possibile viaggio di lavoro che però non si e’ concretizzato. Quando manca poco al mio arrivo ricevo un SMS da Franci, dicendo che stavano venendo a prendermi con Nadia: le mie donne!! Così eccomi la 22.30 Midi, abbraccio le due donne parcheggiate in seconda fila appena in tempo prima della multa del vigile Belga, si parte…destinazione casa! Ori e’ in giro, così Fra la chiama con la scusa di volerle dare i volantini che ha preparato Simo per la festa. Ottimo! Torna alle 23.30. Così chiacchieriamo e ci aggiorniamo sugli ultimi mesi-: la pancia di Fra e; lievitata dall’ultima volta (sarà femmina lo sento).

Alle 22.40 la chiave gira nella porta, io scatto a nascondermi, Ori entra seguita dalla sua scia di serenità e sbotta: di chi e’ la valigia? [ CA***!! L’avevo lasciata all’ingresso]. Fra prontissima dice: “e’ di Nadia, va via per lavoro”. Confluiscono tutte e tre in cucina e finalmente urlo: “sorpresa”!!

Il giorno dopo festa, e poi lavoro tanto lavoro....ma almeno ero con le mie donne!

Che bello! Mancava la Chiara se no ci sarebbero state tutte le mie donne Bruxellesi. Io sono stata spedita a letto dato che avevo proprio una brutta c’era: occhiaie e borse sotto gli occhi…

Il giorno dopo mentre Nadia era all’allenamento di calcio, e Ori cucinava montagne di cibo per la festa io lavoravo e chiacchieravo con lei. Nel pomeriggio passa anche Eva, una tostissima e simpaticissima ragazza di Roma, e regina delle quiches (e non solo!).

mercoledì 28 aprile 2010

e siamo gia' a Giovedi'!

...mamma mia, come volano i giorni. Forse perché' ho cosi' sempre da fare e non mi fermo un attimo. Non vado a correre da un bel po' anche perché' ho un' infiammazione al tendine del piede destro, mi ci mancava quello...

In ufficio tutto bene, ora mi alzo (suspence!!) alle 6!! incredibile ma vero, non ci credo quasi neanche io. Sono abbastanza stanca devo dire....

ho poche news questa settimana perché' ho solo lavorato e sbrigato faccende amministrative....

lunedì 26 aprile 2010

una domenica a londra

… che ci crediate o no, da quando sono atterrata a London Stansted, il sole non ha smesso di baciare questa Metropoli. Così ieri sono andata con Kristin (sentirete parlare molto di lei) a Regents Park. La ci aspettavano alcuni suoi amici, che per mio dispiacere erano tutti della LSE (la mia vecchia scuola). Io ho reagito un po’ male (povera Kristin) ma é solo che LSE l’ho lasciata nel passato e non ero preparata d incontrare un’orda di gente che proviene da quell’ambiente che io ho voluto abbandonare….cmq é aria passata.

Dopo aver poltrito sotto il sole, abbiamo incontrato le mie donne; Natalie ed Emma all’Albion- un Gastro Pub molto carino situato sopra un altro ristorante dove siamo state con l’ufficio il Giovedì prima. Tom, l’organizzatore della cena ci porta tutti i mesi in un ristorante di nazionalità diversa in base alle Nazionalità dei colleghi. Così Giovedì ha scelto un ristorante British. Purtroppo non sapeva che se prenotavi l’Albion ti mettevano nel ristorante 5* situato sotto il Gastro Pub dove abbiamo poi dovuto cenare …così invece delle 20 sterline che ci aspettavamo di pagare ne abbiamo scucite 45 a testa!! Ahimè…

Così ieri quando ho detto a Kristin andiamo a mangiare con le ragazze all’Albion, mi ha guardato come dire: SEI PAZZA?!?! Mi sono accertata che mangiassimo ai piani superiori (che ironicamente era il Gastro Pub) e così fu!

Oggi mi alzo presto per andare a fare la lavatrice (o come diciamo qui la laundry) nella Laundrette qui a fianco, perché la mia cara Natalie ha una casa gigante, con 2 stanze, il salotto, il bidè(!!!) e tutto il resto, ma non ha la lavatrice!! Sigh sigh. Lei va da i suoi che abitano a 5 minuti oppure in lavanderia….cmq esco con il mio borsone, e scopro che la domenica e’ chiusa (arghhhhh!!) bah tornerò domani in serata, ma che palle!!

Mentre scrivo questo messaggio il mio nuovo Verbatim (la memoria esterna) di ben 1,5 TB (non so nemmeno quanto sia, so solo che é tanto!) sta facendo il back up dei miei file dato che il mio MAC sta facendo il birichino….

Ahh oggi c’e’ la Maratona di Londra, e io sono al chiuso a dedicarmi al mio caro Arco Latino…. 

Comunque per il resto tutto bene, io lavoro come una scema e mi godo la città e le mie donne.

mercoledì 21 aprile 2010

come si cambia

7.09 am e' l'ora alla quale mi sono alzata stamani....alcuni di voi non ci crederanno nemmeno (elli, bari...) ma e' vero. E domani se ce la faccio sveglia alle 7. Se arrivo prima in ufficio riesco a controllarmi la posta con calma ...

lunedì 19 aprile 2010

Settimana frenetica

Sono passati già 7 giorni dall’ultimo post. Non e’ da me stare cosi; lontana da internet, ma purtroppo e’ così. I ritmi della scorsa settimana sono stati frenetici a dir poco. Nonostante ciò ho fatto molte ma molte cose:

Domenica sono andata con Sibylle a Spitafield Market, seguito da una visita alla non lontana mostra di Storm, davvero bella. L’artista ha firmato varie copertine di CD famosi, soprattutto dei Pink Floyd. Ci sono andata perché un amico mi ha chiesto la copia autografata di uno dei suo libri. Arrivata alla mostra: SOLD OUT! Ma con Master Card ( o American Express nel mio caso) niente e’ impossibile, e me ne dovrebbero spedire una copia a casa.

Lunedì cena con Sibylle, martedì cena con emmina, Mercoledì con Valentina, che mi ha comunicato di aspettare un bambino! Giovedì cena dal Vietnamita con Natalie, Emma ed una collega. Solo Giovedì mi sono sentita finalmente a casa: con le mie donne!

Venerdì e’ arrivato in frettissima, prima drink con i colleghi. Ho avuto l’occasione di conoscerli fuori dallufficio e sono tutti abbastanza carini ( e molto più umani di quanto non mi sembrassero…) cena dallindiano che mi ha rovinato lo stomaco e poi festa a casa di una collega.

Sabato trasloco a casa di Natalie: e che casa!! Sono proprio una donna fortunata. Almeno per il primo mese non mi devo preoccupare di trovare una casa e pagare un affitto (che adesso non mi posso neanche permettere!). Ma prima di traslocare I had a stroll (una passeggiata?) in giro per la zona dove abitavo, Finsbury Park. Mi sono messa a posto le sopraciglia con il filo- known as the thread - (a soli 4 pounds!!) e regalata una manicure (a 10 pounds!!) dai cinesi. Mi sa che ci torno presto.

Dopo il trasloco sono corsa a Teatro a vedere la compagnia di danza moderna di Mark Morris. Sul Time Out c’era scritto che era imperdibile: ma dopo metà tempo me ne sono andata via….pazza direte? No. E’ che la performance era basta su un opera classica "L’allegro il pensieroso e il moderato" e non riuscendo a seguire la trama mi sono annoiata. Così ho raggiunto Natalie, Hamet e altri due amici a Soho per cena Coreana, seguito da drink

Domenica, lavoricchio a casa, poi corsa, e poi cena con le donne!

Oggi, e’ iniziata la mia seconda settimana: delirio!! Mi sono alzata alle 7.30 (!) incredibile ma vero. Ma sono riuscita ad arrivare in ufficio solo alle 9. Tre dei miei colleghi sono rimasti bloccati fuori dallInghilterra (chi in Italia, chi in Germani e chi in Brasile) e perciò la mole di lavoro e’ quasi triplicati per noi in ufficio.

Sono stata oberata di impegni fino alle 19, quando sono corsa a casa per cenare da Emma: pesce e verdure.

Da Natalie purtroppo non abbiamo ancora internet, ma qualche volta riesco a reperire il segnale di un vicino, che però e’ debolissimo. E” probabile che riesca a pubblicare il post solo domattina dallufficio

Vado a nanna, che domani e’ un altro giorno, pieno di cose da fare, riunioni e spero unoretta di meritato jogging. Oggi grazie alla corsetta di ieri, ero una macchina da guerra! Natalie mi lascia sola soletta che va a Parigi per lavoro, ma Emma verrà a stare da me: che donne!!!

Spero di riuscire a trovare più; tempo per il mio blog nei prossimi giorni per raccontare le mie giornate con più dettagli

lunedì 12 aprile 2010

12/04/2010 Un altro primo giorno

Forse sara' perche' mia mamma ha documentato tutto con delle foto, ma ricordo ancora il primo giorno di asilo, quello delle elementari, quello dell'universita', di Essex, di LSE... e tanti altri primi giorni.

Anche oggi, era un primo giorno, quello del mio nuovo lavoro Londinese, che segna l'inizio di qualcosa, che e' ancora tutto da vedere...e che giorno.

Arrivo alle 9.30 spaccate, nonostante abbia cercato di arrivare prima, e nonostante le corse in metro mi ci sono voluti 45' minuti e rotti per arrivare.

Vengo accolta dalla HR (Emily) che mi porta a fare il giro turistico dell'ufficio introducendomi a tutti (dico tutti!) i miei nuovi colleghi una 30 circa. Non mi sentivo al centro dell'attenzione (noooo)... cavolo era come essere la nuova arrivata a scuola a meta' semestre....ma me la sono cavata, una battuta qua un sorriso la et voila' ... anche questa e' passata.

10.00 appuntamento con il tecnico IT che mi consegna un portatile e mi fa una veloce introduzione a come usare il sistema intranet, mail ecc ecc.

12.00 appuntamento con la buddy, la mia 'amica d'ufficio', la quale dovrebbe garantirmi una morbida transizione (come dire: smooth transition) nella comunita', per non sentirmi ostracizzata ed avere un punto di riferimento, una faccia amica diciamo. Nei file interni c'e' persino un 'dossier' per il Buddy (regole, consigli, do's & don'ts)!!

12.30 panino davanti al computer....eh si...e io che non mi sono portata da mangiare perche' di consuetudine (pensavo) che il primo giorno si andasse con i nuovo colleghi....ho pensato male...ma mi hanno detto che il venerdi' (!) si mangia tutti insieme al mercatino vicino....

13.00 appuntamento con il line manager (LM), un giovane Francese che fa di tutto per prospettarsi ai miei occhi meno capo e piu' 'amico' invitandomi da Starbuck's per spiegarmi in cosa consiste il lavoro, e per decidere insieme i miei obbiettivi e le mie priorita' che saranno monitorate e valutate nell'arco dei prossimi 4 mesi. Parola d'ordine: D-E-L-I-V-E-RY, che non significa fornitura, ma bensi': risultati (cioe' ti paghiamo ma devi produrre!)

14.00 ormai parca di energie ma non d'impegni lavorativi per le prossime settimane, torno alla mia scrivania per aprire finalmente la posta. Ho gia 14 messaggi! 12 dei quali sono di appuntamenti. Si perche' al giorno d'oggi si fa tutto on line. Anche se il tuo collega siede dietro di te (ahhh oggi ho imparato una nuova parola, hot desk, cioe' nessuno ha una postazione fissa: arrivi al mattino e dove c'e' spazio ci piazzi il pc. Solo che alcuni desks sono piu' hot di altri...infatti mi hanno detto di stare alla larga da quei posti che da anni sono occupati dalle stesse persone....) gli devi chiedere un appuntamento via outlook, essendo la sua agenda (come la tua) on line, e lui/lei: accetta, rifiuta, tituba, o ti propone un'altra data/altro orario...la tecnologia (un bene o un male?).


17.30 chiudo tutto e vado ad incontrare Sibylle, che mi aspetta a covent garden per celebrare il primo giorno con un meritato sushi...e la giornata non e' ancora finita....

venerdì 9 aprile 2010

London Town!

Atterra in orario l'aereo Ryanair che mi ha accompagnato alla mia nuova destinazione: London!

E cosi' si ricomincia, la vita da nomade che mi contraddistingue... Mia nonna paterna (anche lei faceva di nome Kamilah o Kamleh- ma va?) era una beduina, e cosi' buon sangue non mente... ora pero' forse mi fermo un po' ... era ora.

Da brava nomade mi sono portata dietro 'poche' cose dopo che sono rimasta in piedi con la mamma oltre le due del mattino a fare le valigie...poi alle 12, via aeroporto. Da brava nomade ho anche tanti, e BRAVI! amici sparsi per il mondo, e parecchi sono a Londra. Alcuni di loro mi ospiteranno fino a quando trovero' la mia sistemazione (spero con Emma)...Che bella cosa gli amici...pochi ma buoni, ma forse non ne ho neanche cosi' pochi, se ci penso.

Sono gia' davanti al mio amato Mac, ho gia' fatto la spesa (e ho anche comprato il Phon dal mitico Argos: sfogli il catalogo, scegli, paghi e ritiri...) Eccomi gia' ritornata all'efficenza londinese...spero solo che mi limitero' ad Argos ogni tanto e non cadro' nella tentazione di fare la spesa online.....speremmu ben...

direi che basta come primo (o quasi) post...

Ho gia' un po' di nostalgia di casa....

Kamilah

To blog or not to blog...this is the question

2007. Era il 2007 quando mi sono registrata per uno spazio su 'blogger.com'. E chi se lo ricordava? Se non fosse per il fatto che ora seguo alcuni blog, e qualsiasi commento su di loro mi rinviava automaticamente alla mia pagina di utente, non me ne sarei mai ricordata....

Comunque, la domanda e': to blog or not to blog?

Oggi, sono atterrata a Londra, citta' che mi ha ospitata per molti anni in passato. Oggi inizia la mia nuova avventura di vita in questa metropoli con ben 12 milioni di abitanti....forse questo blog puo' essere un'occasione per aggiornare i miei cari e tanti amici su come sto e cosa faccio...

Ormai non sono piu' su faccia libro da Dicembre (che sollievo!) ... era diventato una malattia, e nonostante ci sia il rischio che anche questo diventi un'abitudine troppo frequente, voglio provarci. Vediamo quanto durera' questa amicizia...

Kamilah
Google Analytics Alternative