domenica 13 febbraio 2011

Progetti per il futuro?

Sul Giornale c'è una bella intervista ad Ottavio Missoni in occasione del suo 90 compleanno. Una sua risposta in particolare mi e' piaciuta, perché riassume un po' il mio modo di guardare al futuro:

Domanda: Ci si danno degli obbiettivi alla sua età?
Risposta: «Mai dati neanche a vent'anni, ho sempre cercato di risolvere bene la singola giornata. Sette giorni fanno una settimana, quattro settimane diventano un mese e dodici mesi un anno. Se nella vita riesci a mettere insieme una serie di belle giornate, sei a cavallo. Guardi che non è una riflessione matematica, semplicemente non voglio ipotecare il futuro, mi trovo bene così».

Il mio modo di relazionarmi con gli uomini rispecchia questo mio modo di essere. Con un uomo (quando ne avevo uno he he) non mi chied(ev)o mai (e non mi piace che mi venga chiesto): "Saremo insieme fra 20 anni?". Mentre non mi spaventa l'idea di poter guardare indietro e dire "ah che bei 5, 10, 20... anni che abbiamo passato insieme!",  pianificare quei 20 anni da adesso proprio no...

Queste riflessioni sono il frutto del mio ennesimo 'appuntamento' finito male per via di uomini (negli enta e gli anta) che hanno una serie di criteri/progetti/obiettivi/aspettative in testa. Quando ti incontrano si pongono sempre la stessa domanda (spesso ad alta voce(!)): "sarà la donna della mia vita, posso passare il resto della mia vita con lei?" o come dicono in inglese " is she marriage material?"
Dopo un singolo appuntamento traggono le loro conclusioni su di me, esprimono il verdetto e scappano a gambe elevate...

Ma mi io penso: "sette giorni fanno una settimana, quattro settimane diventano un mese e dodici mesi un anno. Se nella vita riesci a mettere insieme una serie di belle giornate, sei a cavallo."

5 commenti:

  1. Fino a che non trovi un uomo come me, rimarrai nei guai, bellezza ;-)

    RispondiElimina
  2. guarda, io e la mia metà siamo andati a vivere insieme dopo 2 mesi di relazione. Dieci anni e un matrimonio dopo, siamo ancora qui. Forse la mattina del fatidico giorno ti passa per la mente una carrellata di momenti, di emozioni, di ricordi e ti si insinua la domanda bastardella "sarà l'uomo della mia vita?" ma forse è l'emozione. Ha un senso. Ma non all'inizio. E men che meno al primo appuntamento. P.S. ma cosa gli fai per farli scappare a gambe levate? :D

    RispondiElimina
  3. Ma che gli faccio io? bah....bisogna chiederlo a loro ...

    E' che io sono una Sandra Mondaini: rompiscatole e capricciosa ... (a volte un po' sbirulino)

    Difficile trovere un Vianello che mi sopportera'.... meno male che non mi annoio di me :)

    RispondiElimina
  4. Felice San Valentino, amica mia!
    E vedrai che il principe azzurro con le palle prima o poi arriva... :))

    RispondiElimina
  5. Grazie cara anche a te! oggi ho ricevuto gli auguri da un'altra grande donna!

    cmq, io alle favole non ho mai creduto!

    smack smack!

    RispondiElimina

Google Analytics Alternative