domenica 28 agosto 2011

Sono di nuovo in partenza

Oggi lascio il bel paese (sigh) e mi prende male.

Qualcuno ha sentito di qualche sciopero di piloti, aeroporti, ecc ecc?

giovedì 25 agosto 2011

Ingredienti per una settimana in Liguria


  • Una vespa 150cc Color Blu
  • Amico fidato che guida la vespa e fa spola da casa di Kamilah alla spiaggia (e la sopporta pure, lei in cambio lo fa ridere, e innervosire...ogni tanto)
  • Mini vestitini, che coprono a malapena il derier....
  • Casco, vecchissimo
  • Occhiali da sole
  • Tanta acqua (ci sono 38 gradi), e birra
  • Dopo sole
  • Focaccia
  • Tabacco, cartine e filtrini
  • Tanta pazienza (quella dell'amico....ovvio)



domenica 21 agosto 2011

Come iniziare bene una giornata a Londra

Location: Bishop Gate, Liverpool Street. Londra.

Ore 6.50 - una Kamilah sveglia a malapena, capelli arruffati, zero trucco, tabacco, cartine e filtrini in mano.

Ore 6.51 2 ragazzi Italiani le passano accanto.

Ragazzo 1 (rivolgendosi all'amico, ma guardando Kamilah): "E' proprio vero le donne Italiane sono le piu' belle al mondo."

Kamilah (intenta a rollare), sorride.

Ragazzo 2 (rivolgendosi all'amico): " Hai ragione". Poi si gira verso Kamilah! Tu tieni alta la bandiera dell'Italia nel mondo! Grazie!!

(per cosi' poco?)

Kamilah (non potendoli più ignorare, e un pochino lusingata): "Grazie, ma mica ce l'ho scritto sulla fronte che sono Italiana, no?"

Ragazzo 1: "La bellezza Italiana si riconosce! Di dove sei?"

Kamilah: "di Genova"

Ragazzo 1: "Ah...pensavo fossi un po' più mediterranea"

Silenzio.

Ore 6.58 Kamilah sorride e saluta. Il suo bus per Stansted e' arrivato.

Morale della storia1: io non mi pettino più, non mi trucco più, e campeggio a Liverpool street.
Morale della storia 2:  Genova, apparentemente, non e' abbastanza Mediterranea (Glom!)
 

mercoledì 17 agosto 2011

Terza lezione

Ho da poco terminato la mia terza lezione di Oud. Per chi non lo conoscesse l'Oud e' un bellissimo ed antico strumento Arabo con tante (troppe) belle corde e zero (zero!) tastatura.

Mi sono sempre chiesta se fossi portata per la musica. Non sono cresciuta in una famiglia di artisti,  o portati per la musica, anche se da bambina di musica se ne sentiva molta in casa, soprattutto quella di Um Kalthoum e altri aristi Classici Arabi che o li adori o li detesti (proprio come il marmite inglese). Da piccola ho preso alcune lezioni di piano, ma poi ho lasciato perdere, ero troppo occupata con lo sudio e la pallavolo. Ho suonato la fisarmonica (incredibile ma vero!) per alcuni anni a scuola, quando al mattino intonavo le note del Salam el Malaki (l'Inno Nazionale Giordano) e altre canzioni Nazionaliste, dopo l'alzabandiera mattutino (in Giordania vigono ancora vecchie tradizioni ........percio' quando suonava la campana, una bambina dalla soave voce recitava qualche Ayat del Corano, seguito dall'alzabandiera, poi canzone nazionale, e infine esercizi fisici...bei tempi).

In realta', ho sempre desiderato imparare a suonare la chitarra, un po' perche' mi piace il suono e un po' perche' fa figo (il connubio moto e chitarra ha sempre solleticato i miei desideri).  Per mancanza di tempo, denaro, occasione...etc non ho mai fatto piu' di tanto per avverare questo desiderio.

Fatto sta che questa estate a Creta ho rincontrato Mahi, la mia carissima amica Greca che insegna inglese sull'isola. Mahi suona la chitarra e fa parte di un gruppo musicale che propone canzoni da tutto il mondo. Il gruppo canta vecchie canzoni popolari Spagnole, Italiane, Francesi, Greche...Talvolta (credo con un altro gruppo pero') si esibisce anche in canti di Rebetiko.

Durante la mia breve vacanza, Mahi mi ha chiesto di insegnarle una canzone araba cosi' da aggiungere al Repertoir delle sue canzoni. Voleva una canzone semplice, ma tradizionale, dal contenuto forte. Quale canzone migliore di "Montasiba al-qamati amshi". E' una bellissima canzone della resistenza palestinese cantata dal grande Marcel Khalife. Il titolo significa: Cammino eretto (Credo che il caro Bari, che ha passato con me una settimana a Creta, la odi da quante volte l'abbia sentita, non ho cantato altro per giorni!). Ricordo ancora con affetto mia sorella , quando a scuola- avra' avuto tra i 5-7 anni-  la incitavano (o stuzzicavano) a cantarla e ascoltavano increduli (negli anni 80 in Giordania, non andavi in giro a cantare canzoni rivoluzionarie Palestinesi, mia sorella invece non doveva neanche essere troppo pregata, lei cantava, e la cantava bene!).

Cosi' lusingata da questa mia nuova responsabilita' ho insegnato a Mahi la canzone, e piano piano, ora dopo ora (non scherzavo quando ho detto che Bari ormai detesta la canzone)  l'ha memorizzata ed eseguita a meraviglia.

La dedizione, l'interesse e la passione di Mahi mi ha ispirato tantissimo. Ho sentito il desiderio di poter suonare per lei. Infatti la canzone originale e' accompagnata dalle note dell' Oud. Ho sentito un prurito alle mani. Le dita volevano saper titillare le corde di tale strumento. Per onorare l'impegno della mia amica; lei impara una canzone per molto importante e nella mia difficilissima lingua, il meno che possa fare e' accompagnarla (un giorno) musicalmente.

Cosi' appena tornata a Londra, e dopo una breve ricerca su Google, ho scovato Soufian. Il mio dolcissimo e talentoso insegnante Marocchino, che ha lasciato la carriera in banca per seguire la sua passione, il Oud!

Dopo la prima lezione, ho intuito la ragione per la quale non mi sono mai messa alla prova con la musica. Era la paura di confrontarmi con la dura realta' che io non sono portata. Questa e' stata la  mia prima sensazione. Tutte quello corde... il bisogno di coordinare le due mani ... tenere il ritmo: Oddio!!  non c'e' speranza.

Oggi, alla mia terza lezione, ho avuto una piacevole sorpresa. Ho avuto da ricredermi, forse c'e' speranza. Intendiamoci, non diventero' mai la versione femminilie di Farid Al Atrash (il Re del'Oud), ma oggi ho realizzato che non sono poi cosi' negata come temevo o come ho creduto dopo la prima lezione. No, forse (dico forse) con impegno e pazienza, forse, imparero' a muovere con destrezza le dita intorno a queste, non poi cosi' tanto temibili, corde. Forse potro' un giorno coronare il sogno di accompagnare con l'Oud, la mia cara Mahi.

Marcel Khalifeh - Montasiba Al Qamati Amshi (Upright I walk) 
Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)
Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)

Fi Kaffi Qasfatu Zaitunen Wa 3ala Katifi Na3shi (in my hands I  hold a handful of olives, and on my back I carry my coffin)
Wa ana Amshi Wa Ana Amshi Wa Ana Amshi  Wa Ana Wa Ana Wa Ana Amshi (and I walk, and I walk and I walk and I and I and I walk)

Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)
Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)

Fi Kaffi Qasfatu Zaitunen Wa 3ala Katifi Na3shi (in my hands I  hold a handful of olives, and on my back I carry my coffin)
Wa ana Amshi Wa Ana Amshi Wa Ana Amshi  Wa Ana Wa Ana Wa Ana Amshi (and I walk, and I walk and I walk and I and I and I walk)

Qalbi Qamaron Ahmar, Qalbi Bustan (My heart is a red moon, my heart is a garden)
Fihi Fihil 3ausaj, Fihirraihan (it has boxthorn-a plant- it has basilic)

Qalbi Qamaron Ahmar, Qalbi Bustan (My heart is a red moon, my heart is a garden)
Fihi Fihil 3ausaj, Fihirraihan (it has boxthorn-a plant- it has basilic)

Shafataia Sama'on Tumter (my lips are a rianing sky)
Naran Hinan Hobban Ahiaaaan (sometimes fire and sometimes love)

Shafataia Sama'on Tumter (my lips are a rianing sky)
Naran Hinan Hobban Ahiaaaan (sometimes fire and sometimes love)

Fi Kaffi Qasfatu Zaitunen Wa 3ala Katifi Na3shi (in my hands I  hold a handful of olives, and on my back I carry my coffin)
Wa ana Amshi Wa Ana Amshi Wa Ana Amshi  Wa Ana Wa Ana Wa Ana Amshi (and I walk, and I walk and I walk and I and I and I walk)

Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)
Muntasibaal Qamati Amshi Marfu3al Hamati Amshi (Upright I walk, with my head raised I walk)


martedì 16 agosto 2011

Past

is a good place to vist ... nevertheless, not a good place to stay



Mia moglie e' tornata!

La mia Clarette e' tornata, dalla sua luna di miele. Anche se solo per una sera (domani riparte per lavoro). Quanto mi e' mancata!  Anche sei inveisco contro di lei per il suo disordine ;) infondo tale disordine mi piace. La casa non e' la stessa senza di lei.

Welcome home my darling!

Meritata

- La cena -
Spaghetti con aglio, acciughe e olive (chissa' da quando erano in quel frigo), accompagnati da bicchiere di Vermentino di Sardegna.

Ho stappato la bottiglia che ho portato da Olbia, e tenevo per qualche occasione speciale. Ma ultimamente non ce ne sono state. Cosi' dopo una giornata lunga, eccomi qui. Con la compagnia di me stessa, che ogni tanto non mi dispiace, e mi sono detta "perché no?" Kamilah mi e' mancata, e' un po' che non ci parlo, sono sempre di corsa, prima questo, poi quello, poi una scadenza, poi l'altra, e qui e qua, e su e giu'....


Comunque, lo sento...aleggia nell'aria un profumo di cambiamento e di rinnovo.

lunedì 15 agosto 2011

Colazione da campione

Frullato di banana, Ghallayet bandorah (vi spiego presto) e pane


e si parte! un'altra giornata e' appena iniziata

domenica 14 agosto 2011

Vorrei

...tornare ad essere  la guerriera di sempre.
...amarmi un po' di piu'
... saper dir di no
...avere il coraggio di lasciare tutto e seguire il mio istinto
...poter fare di piu' per i bambini palestinesi, e muovermi anziche' solo commuovermi vedendo e leggendo le  loro notizie
...viaggiare, viaggiare e viaggare ancora,e fare di tutto il mondo la mia casa
...saper perdonare, dimenticare e cancellare


Che bisogno c'e' di comprare nei negozi? Car Boots, che fantastica (ri)scoperta

Vi ho parlato in precedenza dei car boot markets (anche conosciuti come flee markets o mercatini dell'usato).

Verso le 11.3 sono andata a prendere un caffè, in un delizioso baretto di Dalston (Tina we salute you) con la mia amica ungherese Kristina (qua vedrete alcune delle sue stupende creazioni).

Dopo un po' di dovuti aggiornamenti siamo andate al car boot market  presso la scuola Princess Mary (vedi post precedente).

Allora ecco la lista dei miei acquisti (tutti in ottime condizioni):
1) vestito che si allaccia: costo: £2.5 (bellissimo!!)
2) vestito viola altezza ginocchia, con cintura: £5 (nuovissimo!)
3) vestito floreale alla zingara: £3 (necessita qualche lavoretto, ma carinissimo)
4) stiletto nuovo di zecca di vernice rossa: £4 (al momento ne ho solo uno, l''altro me lo deve portare la tipa che se lo era dimenticato a casa, speriamo bene ;)
3) N.3 giacchettine di cotone: costo totale £3

Costo totale del mio shopping £17.50!!!!  (veramente 18, dato che ho comprato una borsetta bellina al costo di £.50)

Sono soddisfattissima dei miei acquisti, e credo che non comprerò mai più in un negozio a meno che non sia veramente necessario come un completo per il lavoro, o un'occasione speciale.

Ho scattato alcune foto dei miei acquisti....le scarico presto!

martedì 9 agosto 2011

Casini a Londra - II

Buona sera dalla citta' impazzita. Sono a casa, ci sono stata tutto il giorno per lavorare in santa pace. Sono uscita verso le 16 per passare dal medico. Ho trovato le strade deserte, i negozi con le serrande chiuse, con solo la porta di servizio aperta, ma pronti a chiudere tutto in caso di pericolo. Sembrava una scena del far west, prima della  sparatoria.


Sono andata alla clinica, che dista pochi minuti da casa, anche se avevo ricevuto un sms comunicandomi che l'appuntamento era cancellato e che avrei dovuto prenotare di nuovo. Non riuscendo a prendere la linea, ho deciso di fare comunque una passeggiata. Al mio  arrivo,  ho trovato lo staff medico che chiudeva tutto.  Tutti a casa. "Ci sono casini e violenze a pochi isolati e non e' sicuro, passi domattina".


Amen me ne ritorno a casa, incredula ancora della situazione. Giulia la mia collega mi ha appena scritto che hanno chiuso Old Street, dove lavoriamo, ed e' corsa a casa.


Domani mi sa che vado in ufficio a piedi. non corro il rischio di portare Scarlett in Centro. 
Stay tuned....



صبر و تين

non e' un messaggio in codice.....

lunedì 8 agosto 2011

Casini a Londra

Cosa sta succedendo nella mia città? Non ci capisco nulla. So solo che ci sono casini dappertutto, specialmente vicino a casa mia nella zona est.

Voi ci avete capito qualcosa? C'e' stata un'esplosione di violenza inarrestabile che si sta espandendo a vista d'occhio. Domani lavoro da casa, siamo pazzi!

sabato 6 agosto 2011

Pillola dalla Grecia (1)

Lo scorso Giugno ho passato due settimane bellissime in Grecia. Sarei dovuta andare da sola, ma poi come per magia sono spuntati due amici che si sono offerti come compagni di viaggio. Grazie a loro ho vissuto delle belissime avventure e ho riso fino ad avere i crampi allo stomaco.

Le prime due settimane le ho passate con la mia amica e collega d'ufficio Louise (con lei appena arrivate a  Agios Pavlos):


Insieme abbiamo visitato delle spiagge stupende, bevuto fiumi di Raki (nonostante le parole di Louise dopo il primo sorso furono:"non berrò questo schifo mai e poi mai!), e danzato su note di bellissime canzoni di cui ignoravamo il significato....

A meta' vacanza, prima che mi abbandonasse Louise ho rincontrato nel piccolo paesino di Chania, Mahi, una cara e vecchia amica Greca con la quale ho studiato all'universita' di Essex ben 10 anni fa. Nonostante l'ultimo incontro risalisse al 2006, era come se ci fossimo viste la sera prima:

Con Mahi ne ho combinate di tutti i colori. Una sera ad una festa del paese, mi sono ritrovata a ballare la danza del ventre con l'accompagnamento di un ragazzino Rom che suonava il tamburo in maniera cosi' divina, che le mie gambe e fianchi non hanno resistito. All'inizio infatti ho respinto gli insistenti inviti di Mahi a ballare (dato che ad Essex ci divertivamo a ballare la danza del ventre nelle nostre stanze), ma poi non ce l'ho fatta più!  Ho chiuso gli occhi e mi sono fatta trasportare da quelle note, non curante degli sguardi, applausi e battiti di mani che tenevano il ritmo del giovane col tamburo. Ragazzi! Da quel momento in poi sono diventata l'amica di tutto il paese. Mi ricordano come la forestiera Italo-Arabo che balla la danza del ventre. Vi dico solo che 10 minuto dopo il ragazzo e' tornato per fare un assolo con me: noi due insieme. Lui con il tamburo in ginocchio e io li che ballavo (e non avevo neanche bevuto!!!)

Quante cose che abbiamo fatto insieme poi: siamo state in tenda al mare (il primo campeggio della mia vita in una spiaggia gremita di Cedri),  ho assistito al suo concerto e le prove che lo hanno preceduto, ho cucinato per l'occasione, abbiamo nuotato in acque color corallo, parlato fino a tarda notte di amori passati e progetti futuri, fatto nuovi amici e bevuto fiumi di Raki.....

Fine della prima puntata. Vi racconterò il resto di questa e di altre avventure presto. Stay tuned! ;) In tanto eccovi ancora alcune foto:





martedì 2 agosto 2011

Assenza

Ben due mesi d'assenza. Ragazzi!!

Quante cose ho fatto in questi due mesi, quanti posti ho visitato, quante persone ho conosciuto....

Allora  vi ho lasciato che ero in partenza per la Grecia doveho passato 2 settimane bellissime. Ne ho da raccontarvene....e prima o poi lo faro', mettendo anche alcune foto dei momenti piu' belli. Ho rivisto una vecchia amica, Mahi, che mi ha fatto conoscere un numero di persone nuove, gentili e cordiali.

Dopo sono stata in Sardegna, con mamma e sorella. 9 giorni che sono volati. Con tanto mare, sole, vento e sabbia (tanto vento e tanta sabbia). Mi dispiace non aver avuto l'occasione di incontrare alcune persone che avrei voluto vedere ma tra una cosa e l'altra e le distanza, e' stato difficile.

Comunque ho vissuto parecchie avventure che spero di condividere con i miei pochi (ma buoni) lettori al più presto.

Al momento, Claire ed io ospitiamo un amico che viene dalla Giordania. Mohammed, un giornalista di Amman. Che strano avere un uomo per casa. Non ci siamo abituate. E pover'uomo. Lo stiamo mettendo alla prova. Sembra di essere nella casa di due camioniste e non di due donne moderne e istruite.....

Ve ne racconterò delle belle.
Per ora vado a nanna. Un pensiero va alle mie donne che in questi giorni si stanno "sussando" le mie lamentele sentimentali....Vi voglio bene!
Smack
Google Analytics Alternative